PRESTITI PERSONALI
4credit prestiti personali finanziamenti online

Il consolidamento debiti


Il prestito personale di consolidamento debiti è un prodotto sempre più utilizzato.

Nasce dall'esigenza di raggruppare in un'unica rata tutti gli impegni in corso per ridurre in modo sostanziale l'esposizione mensile.
Il mercato negli ultimi anni si è caratterizzato dal crescere della domanda di credito e una alta semplicità nell'erogazione da parte delle varie società finanziarie.

Questo ha causato uno squilibrio fra entrate ed uscite, ovvero fra il reddito percepito dal nucleo familiare ed il totale rate mensili da sostenere; in molti casi la percentuale di indebitamento ha raggiunto picchi oltre l'80% rispetto al reddito andando ad eliminare il reddito minimo di sussistenza utile al fabbisogno del singolo soggetto.

Le conseguenze? Da una parte persone che per onorare i loro prestiti personali hanno continuato a richiedere ed ottenere altri debiti, quindi fare debiti per pagare debiti, altre persone invece, non riuscendo più a stare in linea con queste regole, hanno dovuto rinunciare all'etichetta di buoni pagatori, trovandosi di conseguenza segnalati in banca dati.

COME FUNZIONA
il prestito personale di consolidamento è un prestito strutturato con un ammortamento fino a 120 mesi per importi fino ad € 30.000,00. In alcuni casi esiste la possibilità di consolidare prestiti di importi superiori, ma nella maggior parte dei casi € 30.000,00 è la soglia di riferimento.

Inoltrata la richiesta, in caso di esito positivo, la finanziaria che ha deliberato la richiesta provvederà a estinguere anticipatamente tutti gli altri prestiti personali e nel caso l'importo deliberato lo consenta, liquiderà al cliente la somma eccedente i debiti estinti.

Ad esempio se un cliente ha tre rate di prestito per un totale di € 750,00 mensili ed un debito residuo di circa € 14.000,00, se i requisiti lo consentono, ci sono due possibilità o consolidare i tre prestiti personali in corso con uno nuovo di pari importo o consolidare i tre prestiti personali e richiedere nuova liquidità.

Nel primo caso riducendo il tasso di interesse, aumentando la durata di rimborso del prestito, potrà ridurre la sua esposizione mensile fino ad un 40%; nel secondo caso, pur riducendo l'importo della rata mensile da sostenere rispetto alla somma delle tre rate in corso per i prestiti consolidati, otterrà nuova liquidità per spese personali.

Per le persone che invece oggi sono in difficoltà e hanno già tardato le prime rate, per cui sono presenti in banca dati come cattivo pagatore, esiste la possibilità di consolidare i propri debiti tramite un'altra forma di prestito personale, la cessione del quinto di stipendio o pensione. Anche questo prestito è rimborsabile fino a 120 mesi (10 anni), ma a differenza del prestito personale di consolidamento debiti non tiene conto della banca dati.

Ci sono limiti collegati a questo prodotto, circa la rata massima rimborsabile; infatti se nel prestito personale il parametro di riferimento che determina la rata sostenibile è frutto di un calcolo spesso non noto, ma sicuramente premiante per quei clienti già presenti in banca dati come ottimi pagatori, nella cessione del quinto di stipendio la rata massima sostenibile è vincolata al 20% dello stipendio netto percepito o 20% del netto pensione.

Infatti da pochi anni questa opportunità si è estesa anche alla categoria pensionati (INPS; INPDAP, ecc...) fino all'età di 85 anni (allo scadere del contratto). Cumulativa alla cessione del quinto di stipendio esiste la delega di pagamento, ovvero una seconda trattenuta in busta paga con rata massima del 20% e rimborsabile fino a 120 mesi.

Il vantaggio della cessione del quinto e delega di pagamento è il non tener conto della banca dati, non solo per l'eventuale segnalazione come cattivi pagatori, ma anche per l'eventuale esposizione elevata di altri prestiti personali in corso che tramite i prodotti canonici non consentirebbero l'erogazioni di altri prestiti.

Infatti il motivo di un rifiuto per un prestito personale o un prestito per consolidamento, non è sempre determinato dalle segnalazioni negative in banca dati, ma anche da altri fattori, tipo l'assenza di storicità in banca dati (chi non ha mai chiesto un prestito), la giovane età del richiedente, il recente indebitamento (in pochi mesi sono stati richiesti troppi prestiti), l'eccessiva esposizione (il monte prestiti personali in corso è troppo elevato) Altro vantaggio della cessione del quinto più delega di pagamento è la possibilità di ottenere importi ben superiori ai € 30.000,00, limite massimo generalmente concesso per i prestiti personali.

4Credit è un servizio di 4Business srl a socio unico
Via Plauto 1/A, 42124 Reggio Emilia - P. IVA 06478150961 - Tel. 0522/501400 - Mail: direzione@4credit.it
Capitale Sociale € 50.000,00 i.v.

4Business srl a socio unico è un mediatore del credito regolarmente iscritto all'albo OAM al n. M359
iscritta alla Sezione E del RUI - IVASS con n. 000500614
N. ROC 29364 - N. procedimento 1071570