Cosa fare se la Banca non risponde ad un reclamo.

cosa fare se la banca non risponde ad un reclamoCosa fare se la Banca non risponde ad un reclamo?

Può succedere a tutti di subire un torto o semplicemente di incappare in un errore della Banca con la quale si ha il conto corrente, o semplicemente si entra in contatto per via di un finanziamento o altro. E’ inutile dire che le Banche, così come gli altri istituti di credito, non sono infallibili e gli errori possono capitare riguardo a molteplici cose.

Gli errori sicuramente più frequenti quando si ha in corso un finanziamento con una Banca o una finanziaria riguardano certamente le segnalazioni negative nelle Banche dati creditizie. Nonostante il nostro sforzo nel cercare di chiarire le cose, molti ancora non sanno bene come funzionino le segnalazioni negative, e quando sia possibile chiedere la cancellazione per via di un errore della Banca.

Poiché in questo articolo stiamo affrontando il tema su cosa fare se la Banca non risponde ad un reclamo, prendiamo come esempio un aspetto molto importante riguardante le segnalazioni negative nelle banche dati creditizie, ovvero quello della prima segnalazione.e del mancato avviso.

Come abbiamo scritto più volte, una segnalazione per il ritardo di una rata avvenuta senza un avviso preventivo da parte della Banca nei confronti del cliente è illecita, per cui va cancellata. Prendiamo dunque come esempio che si sia verificata una situazione simile. Se la Banca non risponde ad un reclamo del cliente la prima cosa da fare, ammesso che il reclamo non sia stato già inviato in forma scritta, ma soprattutto con un invio dimostrabile, è inviare il reclamo tramite raccomandata con ricevuta di ritorno.

In questo modo, se la Banca non risponde ad un reclamo, è possibile almeno dimostrare di averlo inviato e la mancata risposta da parte dell’istituto di credito.

Attualmente esiste la possibilità di risolvere le controversie in essere con un istituto di credito mediante l’ABF, ovvero l’Arbitro Bancario Finanziario. Si tratta di un istituto stragiudiziale simile ad un tribunale formato da tre collegi, uno per il nord, uno per il centro e uno per il sud. Questo “tribunale” emette delle vere e proprie sentenze che, sebbene non abbiano valore legale e non obblighino l’istituto di credito ad agire in base alla sentenza emessa, vengono però rispettate dagli istituti di credito.

Se la Banca non risponde ad un reclamo e il cliente ha piena consapevolezza delle sue ragioni, è possibile rivolgersi all’ABF per risolvere la controversia ed ottenere, nel caso dell’esempio, non solo la cancellazione delle segnalazioni negative, ma anche un risarcimento danni (viene concesso in base alla situazione e alla sussistenza di un reale danno).

E’ bene sapere che, se la Banca non risponde ad un reclamo e ci si rivolge all’ABF, nel caso in cui l’ABF desse ragione all’istituto di credito occorrerebbe pagare le spese che, invece, vengono pagate dall’istituto di credito nei casi di sentenza favorevole.

4Credit

 

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hai qualche domanda? Scrivici su Whatsapp