Troppe Rate Da Pagare Come Fare? 3 Utili Consigli Leggi Ora

Troppe rate da pagare? L’ansia delle rate mensili non ti fa più vivere? Sei stanco di tutte le scadenze?

Probabilmente ti rendi conto che nonostante i sacrifici che fai ogni mese, le spese fisse sono diventate insostenibili, il tuo reddito non basta.

Se questa è la tua situazione, ti dico solo che non sei il solo, tanti dei nostri utenti hanno il medesimo problema, e molti si sono affidati a noi.

Hanno deciso di fare qualcosa e sono riusciti a dire “basta!”. Ti starai chiedendo: c’è quindi una soluzione? Se Sì qual’è?

In questo articolo cercheremo di darti alcuni suggerimenti per non essere soffocato dai debiti e vivere una vita più serena. Raccontaci la tua situazione sul blog in fondo alla pagina alla sezione commentiSe hai troppe rate da pagare 3 sono le cose da analizzare:

Indebitato fino al collo, Perché?

Ti senti indebitato “fino al collo”? Ti ripeti che sei stanco di pagare e che questa non è vita. Forse ti chiedi: come sono arrivato a questa situazione? Purtroppo capita a tutti, almeno una volta nella vita di indebitarsi.

La maggior parte di noi si ritrova indebitata, probabilmente: abbiamo comprato casa, forse abbiamo fatto un finanziamento per gli elettrodomestici, un prestito per comprare la macchina e magari abbiamo fatto con la nostra banca una carta revolving, ed ecco qui rate mensili che si moltiplicano.

La tua situazione economica è cambiata o magari il tenore di vita che hai intrapreso è più alto delle tue spese, e fai fatica a ‘sbarcare il lunario’ con il tuo stipendio, consapevole di questo devi fare qualcosa!

Francesco, per esempio, ci ha raccontato la sua storia:

Ciao a tutti, mi chiamo Francesco, vivo a Bologna con mia moglie e due bimbi. Fino a qualche mese fa tutto filava liscio, poi a causa della perdita di lavoro da parte di mia moglie tutto è andato a rotoli. Abbiamo diversi impegni in corso tra il mutuo casa Unicredit, un prestito Findomestic con rata di 458 euro per ancora 108 rate, un altro prestito auto FCA Bank. Senza troppo esagerare, siamo sempre riusciti a pagare i nostri debiti in serenità, ora siamo in difficoltà economica. Vi scrivo per chiedervi aiuto nel trovare una soluzione. Ho già chiesto alla mia banca ma essendo l’unico reddito non mi può aiutare adesso. Grazie

Le soluzioni ci sono! Continua a leggere per scopri maggiori dettagli.

Troppe Rate Da Pagare Cosa Fare?

Quando ti rendi conto che nonostante ‘stringi la cinghia’ fai fatica con il tuo reddito ad arrivare a fine mese, sembra banale dirlo, ma il primo passo da fare e non indebitarti ancora di più.

Le opzioni da prendere in considerazione sono diverse ed ovviamente sei tu a dover valutare quale sia la soluzione migliore in base alla tua circostanza:

  • Consolidamento Debiti: il prestito che consente di unire tutte le rate in un unica soluzione. I vantaggi di questa formula sono notevoli, in primo piano la riduzione sensibile dell’esposizione mensile delle tue rate. Per saperne di più in merito all’argomento vedi l’articolo: Consolidamento Debiti, tutte le rate in una soluzione
  • Chiedere ai tuoi enti creditori, la Banca o le Finanziarie con cui hai sottoscritto i finanziamenti, di rivalutare gli impegni motivando la richiesta dovuta alla tua situazione di momentaneo disagio; magari rivalutando la durata così da ridurre l’importo mensile della rata. Tali enti potrebbero però dare riscontro negativo alla tua richiesta, ecco qui che entra in gioco l’altra opzione.
  • Valutare se sospendere le rate di qualche finanziamento. Ovviamente questa soluzione è ammessa solo se prevista dal tuo contratto e previa accettazione da parte dell’istituto erogante. Attenzione, sospensione non equivale a interrompere i pagamenti delle rate senza autorizzazione da parte della finanziaria o banca. E’ doveroso dire che smettere di pagare una o più rate è sicuro che verrai segnalato al Crif (Clicca qui per vedere i tempi di segnalazione nei SIC) e nelle altre banche dati con un profilo creditizio classificato come cattivo pagatore. La conseguenza? Una grande difficoltà di accesso al credito.

Faccio subito un esempio di consolido, grazie al quale potrai unire in una rata tutti o parte dei tuoi impegni; Vittorio, un nostro cliente, ci ha scritto qualche mese fa perché aveva bisogno di aiuto.

Buongiorno, ho visto diversi commenti su questo sito, spero possiamo rispondere anche al mio. Non posso più pagare le rate di un prestito Findomestic perché oltre a questo ho altre rate in corso; il finanziamento dell’auto più due carte revolving che mi stanno lasciando senza fiato. Esistono prestiti per sovraindebitati? Grazie

Avendo accumulato qualche ritardo di pagamento, Vittorio non poteva ottenere un nuovo prestito personale, ma grazie alla cessione del quinto siamo riusciti ad aiutarlo. Con l’erogazione di 19500 euro circa, Vittorio ha saldato il prestito Findomestic oltre alle due carte revolving Santander, riducendo la sua esposizione mensile a soli 298 euro rispetto 573 euro precedenti.

Sovraindebitamento Legge salva suicidi

Triste a dirsi questa è la realtà che oggi accomuna molteplici italiani, orribile pensare che alcuni si sono perfino tolti la vita perché affogati dai debiti; ma non permettere a niente e nessuno di arrivare a tal punto, non disperare le soluzioni ci sono.

Se da un lato aumenta l’eccessivo indebitamento degli italiani dovuto alla crescente crisi, dall’altro lato nasce la necessità dal punto di vista legislativo di trovare e cercare soluzioni ed ecco che nasce  sul sovraindebitamento la Legge n.3 del 27 gennaio 2012 nota anche come legge salva suicidi.

Sovraindebitamento Cos’è?

La sola parola fa paura, ma riguarda la situazione di diversi italiani e cittadini europei che si ritrovano a dover affrontare una crescente tragedia economica.

Il sovraindebitamento è la condizione in cui si ritrova un debitore, quando il debito che ha contratto o stipulato in passato è maggiore del reddito disponibile. Non è altro che la trasformazione di un equo indebitamento, è la condizione in cui si passa da una normale esposizione debitoria sostenibile ad un’ incapacità d’onorare i debiti sottoscritti verso banche, finanziarie, aziende o privati.

Sovraindebitamento: I motivi?

Probabilmente dopo anni di sacrifici e progetti tu e la tua moglie avete finalmente comprato casa, l’auto adatta alla famiglia e magari avete fatto anche un finanziamento per i mobili. Se sei un imprenditore probabilmente hai investito e ti sei indebitato per acquistare gli strumenti necessari per restare al passo col mercato, o magari hai stipulato dei contratti leasing necessari allo svolgimento della tua attività.

In entrambi i casi però accade qualcosa; dal semplice indebitamento ti ritrovi sovraindebitato e niente ti permette di coprire le tue uscite mensili.

Il tuo sovraindebitamento appartiene ad una di queste due categorie:

  • Attivo: in qualità di consumatore hai sopravvalutato la tua capacità reddituale e le tue risorse o hai sottovalutato gli impegni che stavi prendendo. Purtroppo sono i tuoi errori di calcolo o le tue scelte sbagliate che ti hanno portato in questa situazione.
  • Passivo: tu come debitore non hai colpe. A causa del verificarsi di determinati eventi imprevedibili (perdita del lavoro, separazione o divorzio, malattie gravi, deperimento degli immobili) vedi mutare la tua capacità economica ritrovandoti sovraindebitato.

Qualsiasi sia la categoria alla quale appartieni ricordati che la soluzione c’è. Scopri come uscire dai debiti e i vantaggi che puoi ottenere al punto successivo.

Sovraindebitamento a chi rivolgersi?

Quando ti ritrovi con i “debiti fino al collo” con equitalia, la sola parola serenità assume un significato diverso. Vuoi semplicemente uscirne, che tutto si risolva e che i tuoi debiti spariscano o che ritornino alla tua portata.

Ed ecco la soluzione!

La legge sul sovraindebitamento ha l’obiettivo di risolvere o attenuare questo problema per tutti i soggetti che rientrano in queste categorie (considerati anche requisiti oggettivi):

  • Consumatori estranei all’attività imprenditoriale o professionale
  • Imprenditori commerciali non soggetti al fallimento
  • Enti privati non commerciali
  • Imprenditori agricoli
  • Start up innovative

Se rientri in una di queste categorie e la tua situazione oggettiva è quella di un elevato squilibrio tra impegni e patrimonio prontamente liquidabile che dura da tempo puoi accedere alla procedura prevista dalla Normativa sul sovraindebitamento.

Nel momento in cui presenterai richiesta si verificherà la sussistenza dei requisiti soggettivi, valutati caso per caso al momento della tua domanda; affinchè si giunga a tali conclusioni sarai tu che dovrai portare prove che dimostrino la tua reale situazione attuale.

In merito a quest’argomento è doveroso da parte nostra precisare che in qualità di debitore, in possesso dei requisiti oggettivi e soggettivi potrai accedere alla procedura del sovraindebitamento solo se non ne hai beneficiato nei 5 anni precedenti. Per farlo basta rivolgersi ad un organismo di composizione della crisi e potresti ottenere benefici immediati come la sospensione per una anno delle rate e il blocco delle azioni esecutive di recupero credito intraprese.

Inoltre potrai avere l’opportunità di liberarti di tutti i tuoi debiti e di veder cancellato il tuo nominativo dalle banche dati, con la possibilità di poterti inserire nella società e chiedere credito. Se vuoi approfondire l’argomento conoscendo gli altri requisiti da avere o hai delle domande scrivi sul nostro blog in fondo alla pagina in nostro operatore in maniera del tutto gratuita sarà a tua disposizione.

Se invece pensi che la legge sul Sovraindebitamento non si adatta a te e vuoi consolidare i tuoi debiti leggi subito il paragrafo seguente.

Indebitato fino al collo cosa fare? Eco la soluzione!

Qualsiasi sia la strada che vuoi intraprendere è importante che prima ti fermi un attimo riflettere sia sui lati positivi che negativi che essa comporta.

Magari potresti domandarti:

  1. Vale la pene chiudersi per molto tempo le porte di un eventuale prestito necessario?
  2. Sarebbe forse meglio valutare il consolidamento Debiti?

E’ vero forse pagheremo un tasso di interesse un po’ più alto, ma tieni conto che il tuo profilo finanziario non avrà ripercussioni, avrai la serenità mensile di un’unica rata mese, certo che sarà più semplice riprendere la tua vita in mano.

Perché affidarsi a 4Credit?

Siamo una società di mediazione creditizia regolarmente iscritta all’Albo OAM. Il nostro compito è mettere in relazione i clienti con una delle banche o finanziarie partner. Un consulente dedicato ti guiderà per mano, dalla richiesta, fino all’erogazione del finanziamento.

Troppe rate, come fare? Affidati agli esperti in questo campo, raccontaci la tua situazione sul nostro blog scrivendoci un commento nello spazio che trovi in fondo alla pagina, un nostro consulente specializzato sarà pronto a consigliarti.

Oppure vuoi valutare dei preventivi gratuiti per riunire tutti i tuoi debiti in un unico prestito?

Verrai ricontattato da un operatore senza impegno.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

20 commenti su “Troppe Rate Da Pagare Come Fare? 3 Utili Consigli Leggi Ora

  1. Buongiorno sono Giovanni dalla provincia di Lecce, ho un problema di sovraindebitamento a causa del mutuo di 420€, più due finanziamenti:
    Uno con Findomestic di 480€, l’altro con Compass di 380€. Vorrei sapere se ci sta una soluzione per cercare di raggruppare le rate per pagare meno a fine mese dato che lo stipendio e di circa 1400€. Io e mia moglie abbiamo cercato anche una seconda entrata per migliorare la situazione ma per ora la situazione non permette. Vorrei sapere se ci sta qualche soluzione.

    Rispondi
    • Giovanni buongiorno,
      la soluzione migliore è cercare di accorpare le due rate Findomestic e Compass, ma bisogna verificare l’importo residuo da versare alle rispettive finanziarie. Possiamo valutarle un preventivo gratuito e senza impegno dopodiché deciderà se procedere con la soluzione proposta. Per parlare con un nostro consulente è sufficiente compilare il modulo di richiesta informazioni presente sul sito.

  2. Buongiorno,
    Mi trovo in una situazione finanziaria un po’ critica. ho due pratiche aperte co DB easy, più una con ING, una con YOUNITED, una con FINDOMESTIC, più trattenuta di un quinto.
    in mio intento era di accorpare almeno quattro di questi finanziamenti in uno più una liquidità per un imprevisto.
    fino ad oggi sempre puntuale con tutte le rate e nessun ritardo neppure minimo.
    qui di seguito vi elenco tutti gli importi per totali e relative rate aggiornato ad oggi circa niente di ufficiale

    Younited deb tot 81444,48 rate 69 da 148,71
    Ing deb tot 5560,37 rate 40 da 135,99
    Findomestic deb tot 4000 rate 50 da 120 carta revolving
    DBeasy deb tot 2294 rate 17 da 133
    Dbeasy deb tot 18100 rate 53 da 339
    Prestitalia deb tot non pervenuto rate fino a febbraio 2030 da 264,50 quinto dello stipendio
    ho un serio bisogno di aiuto

    Rispondi
    • Emanuele buongiorno,
      non potendo rinnovare il quinto dello stipendio, le alternative sono due:
      – considerare la delega di pagamento (doppio quinto)
      – unire tutti gli impegni in corso tramite il consolidamento debiti
      Nel secondo caso è fondamentale verificare se nel corso di queste ultime settimane non ha fatto altre richieste di finanziamento che potrebbero penalizzare l’esito della nuova domanda.

  3. Buongiorno, gradirei essere contattato per una consulenza riguardante un mutuo per consolidamento. Grazie mille per l’attenzione.
    Cordialmente

    Rispondi
    • Andrea buongiorno,
      ha già compilato il modulo di richiesta informazioni presente sul sito?

  4. Buongiorno,
    sono Antonio e scrivo dalla provincia di Pescara.
    Ho 40 anni e sono un dipendente privato con 18 anni si servizio.
    Vi illustro la mia situazione, sperando di ricevere supporto e aiuto.
    Ho una cessione del quinto in corso, rinnovata da circa 6 mesi, inoltre nel corso degli anni, a causa di una serie di disguidi e sopravvalutando la mia capacità reddituale, ho chiesto una serie di finanziamenti di piccola entità, più 1 carta di credito che oggi mi impediscono di onorare ai miei impegni. Il totale dei debiti, compresa la cessione del quinto, non è altissima, parliamo di circa 20.000 euro in tutto, solo che non riesco a trovare nessuno disposto a concedermi un prestito per effettuare un consolidamento e ripartire pagando una unica rata. Spero di essere stato esaustivo nell’esporre la mia situazione e spero di ricevere una qualche risposta che mi illumini sul da farsi.

    Rispondi
    • Antonio buongiorno,
      purtroppo non ci sono molte soluzioni. Per ottenere nuova liquidità oggi potrebbe considerare solo la delega di pagamento, una seconda trattenuta in busta paga simile alla cessione del quinto in corso. Questa soluzione, oltre ai parametri assicurativi e finanziari, è concessa solo se il datore di lavoro è favorevole.
      In alternativa dovrà pazientare e rimborsare gradualmente i suoi impegni. Come consiglio, credo che il primo da eliminare è proprio la carta di credito che costantemente generà passività.

  5. Ciao sono Giuseppe scrivo perché sono soffocato dalle rate ma la cosa più triste sono le carte di credito ben 2 sono queste che in particolar modo non mi permettono di adempiere al mio dovere di creditore. Mi spiego meglio, illustro la mia situazione, ho una cessione del quinto più delega, in più
    finanziamento con rata da 420€ e ancora 2 carte di credito una con rata mensile di 118€ più quella della mia banca di 2500€ che non si può rateizzare in mio stipendio al netto e di 1760€ come posso fare? Non c’è nessun modo di poter chiedere un piccolo prestito di 5000€ perché segnalato al crif (senza essere contattato dalla banca ) per saldare le carte di credito e alleggerire la situazione ma niente non so cosa fare sono distrutto non vivo più devo pensare a due bimbi e una moglie AIUTATEMI per favore. Grazie

    Rispondi
Hai qualche domanda? Scrivici su Whatsapp