Ottengo il Mio Prestito!

Prestito Compass rifiutato: cause e alternative di finanziamento

Un prestito Compass rifiutato rappresenta una doccia fredda per quelle persone che si sono rivolte alla finanziaria nella speranza di ricevere la liquidità di cui hanno bisogno.

Fortunatamente, però, anche davanti ad un esito negativo non è detta l’ultima parola: esistono infatti alcune alternative di prestito pensate anche per chi è cattivo pagatore, non censito o protestato.

Come fare a trovarle? Rivolgendoti a 4Credit hai l’opportunità di scoprire le migliori soluzioni che il mercato del credito ha per te, con preventivi personalizzati, preparati su misura per le tue esigenze.

Prima di procedere, però, è necessario capire quali sono le motivazioni che hanno portato Compass a rispondere negativamente alla tua domanda di prestito.

Una volta comprese le cause, potremo attivarci per cercare il prestito ideale per te!

Siamo operativi in tutta Italia e i nostri servizi sono sempre gratuiti e senza impegno.

Prestito rifiutato Compass: cause

Compass è una finanziaria che vanta nel proprio catalogo un ampio numero di prodotti di finanziamento.

Per accedere ad ognuno di essi è necessario rispettare una serie di requisiti, alcuni più semplici (età, reddito mensile, …) e altri legati invece a situazioni particolari. Fermo restando il rispetto dei requisiti base, allora, le cause di un finanziamento rifiutato da Compass sono:

  • cattivo pagatore, ossia hai avuto un ritardo nel pagamento di una o più rate di un prestito già in essere e risulti segnalato al Crif (o ad un altro sistema di informazione creditizia);
  • non censito, quindi non hai mai richiesto un prestito prima d’ora e Compass non ha dati verificabili sulla tua affidabilità creditizia;
  • eccessivamente indebitato, perché hai già troppi prestiti aperti contemporaneamente e quindi Compass non ti ritiene in grado di far fronte ad un ulteriore impegno;
  • indebitamento recente, se hai aperto un altro finanziamento da poco tempo;
  • garante di un prestito che presenta irregolarità.

Queste sono le motivazioni più comuni. In altri casi un prestito Compass rifiutato può dipendere da una bassa affidabilità dell’azienda per cui lavori o anche dal suo numero di dipendenti (solitamente chi lavora per aziende piccole ha più difficoltà, anche se esistono comunque soluzioni di prestito per aziende con meno di 15 dipendenti).

Perché è importante capire la causa del rifiuto? Perché in questo modo abbiamo un punto di partenza dal quale poterci muovere alla ricerca dell’istituto di credito disponibile ad erogarti un prestito anche se rientri in uno dei casi che abbiamo elencato sopra.

Prestito Compass rifiutato: serve la liberatoria?

Hai fatto domanda a Compass per un finanziamento e ti sei sentito rispondere negativamente.

Questo esito verrà registrato nel database del Crif, rimanendo a disposizione degli altri istituti di credito che potranno così consultare la tua situazione per 90 giorni.

Ciò in linea generale costituisce un problema per ottenere un prestito da un altro istituto. Per questo motivo molte persone si chiedono se con una liberatoria rilasciata da Compass potrebbero aggirare quest’ostacolo.

La risposta è negativa: la liberatoria non serve ad eliminare la registrazione dell’esito negativo dalla banca dati. La cancellazione Crif, infatti, è automatica e bisogna aspettare il decorso dei 90 giorni previsti.

Prestito rifiutato Compass: le alternative

Cosa fare, allora, per ottenere un nuovo prestito anche in caso di finanziamento negato da Compass?

Le soluzioni 4Credit sono alla portata anche di cattivi pagatori, non censiti e protestati. Ciò che ti proponiamo è:

  • cessione del quinto, un prestito personale che ti permette di impegnare un quinto (il 20%) del tuo reddito netto mensile per ottenere fino a 50.000 euro in maniera semplice e immediata. L’importo della rata è flessibile, così come la durata del prestito che può arrivare fino a 10 anni (120 rate). Questo prodotto è disponibile per lavoratori dipendenti e pensionati;
  • prestito delega, una soluzione pensata per chi ha già una cessione del quinto in corso ma ha la possibilità di impegnare un ulteriore quinto del proprio reddito netto mensile. Il prestito delega (o delega di pagamento) è disponibile solamente per i lavoratori dipendenti.

Quali sono i requisiti per accedere a questi finanziamenti? Molto semplicemente:

  • avere più di 18 anni (e meno di 85 al termine del contratto di finanziamento);
  • essere lavoratore dipendente a tempo indeterminato da almeno 8 mesi;
  • in alternativa, essere pensionato;
  • percepire un reddito da un’azienda italiana.

Prestito Compass rifiutato: come chiedere un nuovo finanziamento?

Per capire qual è la migliore soluzione di prestito per te, non devi fare altro che contattarci.

Un nostro consulente sarà a tua completa disposizione per valutare le cause che hanno portato Compass a respingere la tua richiesta di finanziamento, analizzando poi le tue esigenze e le tue possibilità.

Sulla base di questi dati elaboreremo un preventivo con il miglior prestito per te in termini di tasso, durata e importo massimo ottenibile. Se sarai soddisfatto della nostra proposta, potremo procedere con la richiesta.

Per avviare una richiesta di prestito in alternativa ad un prestito Compass rifiutato sarà sufficiente presentarci alcuni documenti:

  • documento d’identità
  • ultime buste paga o cedolino pensionistico
  • CUD (se disponibile)
  • permesso di soggiorno in corso di validità (se cittadino straniero)

Il tuo consulente dedicato rimarrà a tua completa disposizione fino alla chiusura della pratica, fornendoti supporto completo per qualunque necessità.

Quanto costa? Zero, i nostri servizi sono sempre gratuiti e puoi contattarci senza impegno ovunque tu sia, in tutta Italia.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hai qualche domanda? Scrivici su Whatsapp